La Rampa

Nelle stalle Ducali di Francesco di Giorgio, all’interno dell’imponente torrione che si affacciava sulla piazza del Mercatale, la Rampa (la scala a lumaca di cui parla nel secondo dei suoi Trattati) era stata concepita per permettere al Duca di salire a cavallo fino ai piedi del Palazzo e nel frattempo controllare il lavoro degli stallieri nei locali adiacenti..

Quando nell ‘800 il torrione, riempito di detriti, viene impiegato come base del Teatro, della scala a lumaca che esso nascondeva al suo interno si cancella ogni memoria.
Già nota agli studiosi del Palazzo Ducale, viene riscoperta “quasi per caso” dall’ architetto De Carlo, come egli afferma in una intervista del 1978 .
Nel progetto di recupero dell’area del Mercatale che l’architetto urbanista si è proposto nel PGR del ’64, la rampa è il perno di tutta l’operazione: la scala elicoidale è stata reinserita nel circuito cittadino preservando anche la struttura del teatro in quanto figura fortemente simbolica per la città.

Torna alla Mappa