La FondazioneDiffondiamo il contributo dato dall’opera di Giancarlo De Carlo alla Città di Urbino

La Fondazione Ca’Romanino prende nome dalla casa e in essa ha la sua sede. Costituita nel febbraio del 2013, ha ereditato le finalità dall’omonima Associazione. La possibilità offerta dalla nuova forma istituzionale di coinvolgere sempre più numerosi e qualificati partecipanti, e di utilizzare Ca’ Romanino, ricevuta in proprietà dalla fondatrice, per favorire attività di studio e di ricerca, permettono alla Fondazione di svolgere un’azione più incisiva nel campo della conoscenza e di stimolo nell’azione di recupero delle opere incompiute (Data) o a rischio di degrado (Collegi), in vista di una loro utilizzazione per le importanti funzioni che queste architetture possono avere in una progettazione culturale innovativa della Città.

Con la partecipazione attiva alle iniziative, da chiunque assunte, rivolte a prefigurare lo sviluppo futuro della città e del suo territorio, si propone di porsi come riferimento qualificato per le azioni e gli interventi, di carattere operativo o di elaborazione sistematica, promossi in tale ambito da parte di Enti, Istituzioni pubbliche o soggetti privati.
In particolare, per Ca’ Romanino, la Fondazione si propone di cogliere occasioni e intraprendere azioni, in proprio o in collaborazione con Enti pubblici o privati, per raccogliere le risorse necessarie per i lavori di ripristino e riqualificazione di cui la casa necessita.