E’ un percorso proposto ai docenti della scuola secondaria di primo grado e del biennio per guidare i loro alunni a:

conoscere i cambiamenti apportati alla loro città dall’opera di De Carlo;

osservare con occhi attenti luoghi ed edifici per leggerci i segni del passato;

indagare sulle ragioni e sugli attori dei mutamenti avvenuti nel corso del tempo;

scoprire che potranno partecipare essi stessi, in prima persona, a determinare il futuro della loro città.

Le autrici sono insegnanti di Storia dell’Arte e di Lettere. Attraverso un ricco materiale iconografico (foto e stampe) i ragazzi sono prima preparati in classe, poi visitano i luoghi proposti con l’aiuto di una piccola guida e infine, nuovamente a scuola, approfondiscono quanto hanno appreso sulle trasformazioni avvenute nel tessuto urbano nel corso del tempo: dal Rinascimento all’Ottocento fino al secondo Novecento.

Il percorso è breve, dal colle delle Vigne al Mercatale e al Pincio, in quella parte del centro storico dove sono più facilmente percepibili i segni del cambiamento. Al centro dell’itinerario la Rampa, la scala a lumaca di Francesco di Giorgio Martini “solo per lo Signore riservata”, riaperta e reinserita da De Carlo nel circuito cittadino negli anni ’70.
La città è Urbino, ma gli strumenti e le modalità di lavoro adottate rendono la nostra proposta trasferibile ad altri analoghi contesti (centri storici ristrutturati). Il materiale iconografico e le schede di approfondimento potrebbero anche essere utilizzate come modello per la costruzione di percorsi nel centro storico destinati ad adulti.